<h2>Argentina Trek Patagonia</h2>

 

 
 
 
 
 
 
 
   Voi siete qui: Home > Trekking > Trekking Patagonia > Domuyo e Lanin
SCALATA DI DUE VULCANI: Domuyo e Lanin
La Domuyo e Lanin in una salita impegnativa di trekking
Trekking intensi
14 giorni -13 notti
Nel trekking SCALATA DI DUE VULCANI, andrete sui vulcani Domuyo e Lanín. Il Vulcano Lanín, il cui nome significa "Roccia Morta" in mapuche (lingua amerindia di gruppi indigeni), si trova a nord-ovest del Parco Nazionale Lanin, circondato dai laghi Huachulaufquen e Tromen ed appare con la sua cima cha ha la forma di cono coperta da neve sempre presente e i suoi 3.776 metri di altitudine sul livello del mare. Questo vulcano costituisce la principale attrazione del Parco Nazionale vicino a Junin de los Andes.

Per scalare il vulcano Lanín bisogna percorrere il suo fianco nord-occidentale, e ci vogliono da 3 a 4 giorni dipendendo dalle condizioni climatiche. Si tratta di una scalata intensa per causa dei dislivelli e terreni non uniformi. E’ di grandissima importanza avere buone condizioni fisiche e psichiche.

Anche la scalata del Vulcano Domuyo costituisce un lungo cammino intenso, questo vulcano si trova a nordovest della Patagonia nella Cordigliera dei Venti, e possiede 4.709 metri di altitudine, è la montagna più alta della regione patagonica.
 
Neuquén
Accoglienza all’Aeroporto di Neuquén. Trasferimento in albergo. Prima parteciperemo a una conversazione e controllo dell’equipaggiamento. Cena.
Puesto Covunco
Trasferimento in trasporto privato a Puesto Covunco. Comincerete ad avvicinarvi attraversando la Valle del ruscello Covunco. Percorrendo terreno di pietre, attraversarete il fiume su roccie davvero grandi rimanendo sulla riva sinistra. Lentamente e gradualmente scalerete una certa altitudine, dove la valle forma una serie di svolte a sinistra.

Il paesaggio ha veramente l’aspetto di deserto, la nostra montagna, il vulcano Domuyo inizia a rendersi visibile. Ogni tanto attraverserete altri ruscelli più piccoli dove avrete l’occasione di idratarvi e riposarvi. Verso l’estremità della valle ci appaiono piccole lagune, l’ultima di un turchese davvero intenso dove si organizzerà il campeggio base a 3.100 metri di altitudine. Cena e pernottamento in tenda d’alta montagna.
Campeggio 2
Dopo avere preso una prima colazione energetica e con i zaini pronti scalerete terreni coperti da piccole pietre e qualche parte terreni non ostruiti fino a raggiungere il Campeggio 2 a 3.800 metri. L’altitudine comincia a farsi sentire e probabilmente ci sia vento. L’idratazione è davvero importante con lo scopo di migliorare l’acclimatazione. Cenerete presto la sera per poter riposarvi bene ed essere pronti per cercare di raggiungere la cima il giorno successivo. Pernottamento in tenda d’alta montagna.
Cima del Domuyo
In questa giornata cercherete di raggiungere la vetta del vulcano. Dipendendo dalle condizioni della montagna, farete una passeggiata tranquilla e sicuramente attraverserete terreni coperti di neve / ghiaccio e/o versanti. Vi saranno terreni in pendio che si trovano in centro di questo tragitto.

Già quasi vicino alla vetta, vi sarà possibile osservare la cima con la sua Croce che rappresentano gli ultimi metri prima di arrivare al "Tetto della Patagona". Avrete una veduta panoramica straordinaria e sentirete la gioia di raggiungere presto la parte più elevata di questo rilievo montuoso. Pranzo e discesa al campo 1, riposerete un poco ed in seguito smonterete il campeggio per giungere nel campo base di pomeriggio. In questo posto, ricupererete le forze e rimarrete fino al giorno successivo. Pernottamento in tenda.
Puesto Covunco - Aguas Calientes
La mattina presto sarete pronti con il vostro equipaggiamento per ritornare a Puesto Covunco. Partenza in veicoli sino a raggiungere Aguas Calientes, dove le sorgenti termali che suscitano un senso di benessere fisico vi aiuteranno a ricuperarvi in modo completo dalla scalata del Domuyo, circondati da un’atmosfera magica. Trasferimento a Neuquén, giungendo in albergo di sera.
Neuquén - San Martin de los Andes
Prima colazione in albergo. La mattina partenza in autobus per la città di San Martin de los Andes.
San Martin de los Andes
Prima colazione in albergo. Giornata di riposo nella bellissima città di San Martin de los Andes. Si raccomanda approfittare della giornata per ricuperare energie, con lo scopo di cominciare davvero riposati, la nostra seconda scalata: Il Vulcano Lanín.
Paso Tromen
Trasferimento a Paso Tromen con vedute maestose del Vulcano Lanín. Controllo dell’equipaggiamento da montagna e assegnazione di rifugio (servizi non compresi) e/o luogo di campeggio da chi è addetto alla sorveglianza dei parchi nazionali. Pernottamento in campeggio.
Espina del Pescado
La mattina presto si comincia la scalata percorrendo nella prima parte del tragitto, un bosco di lengas, attraversando zone di terreno vulcanico ed in seguito una punta rocciosa nota come "Espina de Pescado" (Spina di Pesce), la quale dopo si biforca su terreno roccioso fino a giungere in uno dei rifugi. Di pomeriggio, breve passeggiata vicina al rifugio per acquisire familiarità con l’equipaggiamento da montagna e ghiaccio da utilizzare il giorno successivo, tecniche di progressione, eccetera.
Cima del Lanín
La mattina molto presto, verso le ore 3 o 4, farete una prima colazione energetica per cercare di scalare la vetta. Questa sarà la giornata più esigente della scalata. Percorso su neve in stati diversi, terreni rocciosi e coperti da pietre. Vi porterete con voi soltanto uno zaino con l’acqua, cibo ed indumenti che riparino bene dal freddo. Pranzo in cima del Lanín e discesa al rifugio. Pernottamento in Rifugio o in tenda.
Paso Tromen - San Martin de los Andes
La mattina discesa a Paso Tromen e trasferimento a San Martín de Los Andes.


San Martin de los Andes
Prima colazione in locanda. Trasferimento all’aeroporto. Ci prenderemo due giornate dipendendo dalle condizioni del clima, c’è la possibilità che queste due giornate siano necessarie per la scalata di entrambi i Vulcani, Domuyo in Neuquén, e Lanín.
Grado Elevato di Difficoltà. Si tratta di un trekking con grado elevato di difficoltà, poiché entrambi i Vulcani Lanín e Domuyo rappresentano scalate che esigono l’essere in buone condizioni fisiche e psichiche. Secondo le condizioni del clima, ci prenderemo due giornate in eccesso in caso sia necessario per arrivare alle cime.

Da novembre ad aprile, l’estate ci permette di percorrere una Patagonia con giornate più lunghe, clima gradevole, sempreverde.

Argentinian Explorer si reserva il diritto di fare cambiamenti per quanto riguarda l’itinerario o cancellare le attività a causa del clima oppure altre cause che si giustifichino con lo scopo di favorire la sicurezza di ogni membro del gruppo.
SERVIZI COMPRESI: Guida di montagna, trasferimenti andata e ritorno alla base del Vulcano da San Martín de los Andes. Tutti i pasti durante la scalata (Prima colazione / pranzo / spuntino / cena) e prodotti alimentari energetici durante la discesa (barrette di cereali / caramelle, eccetera). Equipaggiamento di gruppo (Tende a portata di mano / telefono cellulare / Stufa / posate / metalli per scarponi da montagna che fanno presa sul terreno, picconi, racchette da sci, valigetta di pronto soccorso.

SERVIZI NON COMPRESI: Voli o biglietti terrestri andata e ritorno da San Martin de los Andes. Equipaggiamento personale (Sacco a pelo, isolante, zaino), Equipaggiamento tecnico (scarponi plastici) Pranzi, cene e bevande non comprese nel programma.
Scoprendo la Patagonia
Ghiacciaio Perito Moreno e Fitz Roy Trekking
W di Torres del Paine (Torri del Paine)
Vulcani Domuyo e Lanin
Bariloche Trekking - Strada dei Rifugi
Bariloche Trekking - Da Colonia Svizzera alla Pampa Linda