Voi siete qui: Home > Crociere > Australis > Australis in 7 giorni
AUSTRALIS IN 7 GIORNI - Più Ushuaia
Stretto di Magellano, Capo Horn & Canale di Beagle
Navigare sulle navi da crociera Australis e conoscere Ushuaia sulla Terra del Fuoco
Viaggio sulle navi da crociera Australis da Ushuaia fino a Punta Arenas in 4 giorni, ma prima d’imbarcare per incominciare la navigazione sulle gelide e cristalline acque polari del Canale di Beagle, si consiglia visitare la città di Ushuaia, approfittando che è il punto di partenza della crociera.

Per cui si consiglia arrivare ad Ushuaia qualche giorno prima della partenza della nave e visitare non soltanto la città della fine del mondo, ma anche il Parco Nazionale Terra del Fuoco e i suoi laghi. Con questo programma di una settimana si può ottimizzare la permanenza sull’Isola di Terra del Fuoco.
Ushuaia & Giro turistico della città
Accoglienza e trasferimento dall’Aeroporto di Ushuaia all’albergo. Nel pomeriggio conosceremo la città, visitando il Carcere dei Recidivi, che ha grande fama per la sua leggenda ed antichità ed impressiona per la sua architettura e la storia tenace dell’estremo meridionale del continente americano. Visiteremo il Porto, la Passeggiata del Centenario (dalla quale avremo un panorama ideale), la Casa Beban acquistata in Svezia e costruita nel 1911.
Lago Fagnano & Escondido
Prima colazione in albergo. Il paesaggio muta man mano, dall´arida steppa patagonica alla profusione di boschi di "lengas" e "nires", divenendo cosi' un´area di transizione. Osserveremo i laghi Chepelmut e Yehuin. Il lago Chepelmut rappresenta al meglio questa zona, circondato da boschi e steppe. Il lago Yehuin è un santuario privilegiato dalla natura vergine che lo circonda.

Piú avanti vedremo il giovane villaggio di Tolhuin, che si erge in mezzo al bosco, quasi sulla sponda del lago Fagnano, con l´incanto caratteristico dei villaggi, con case basse fatte di legno e strade che si perdono in un susseguirsi di colline. A questo punto la strada inizia a scendere, rivelando il lago Fagnano in tutto il suo splendore.

Gradualmente iniziamo a salire per le Ande. I boschi si infittiscono verso nelle montagne che formano la catena "fueguina" della Cordigliera delle Ande. Troviamo il lago nascosto, che fa onore al suo nome.
Parco Nazionale di Tierra del Fuego - Treno della Fine del Mondo
Prima colazione in albergo. Viaggeremo col Treno della Fine del Mondo, dalla Stazione Centrale fino alla Stazione del Parco Nazionale di Tierra del Fuego (provincia Argentina). La Ferrovia Australe Fueguina attrae non soltanto per la sua eleganza e stile, ma anche per l'evocazione della storia delle origini di Ushuaia, legata al vecchio Presidio ed al treno dei prigioneri.

Eseguiremo questo percorso lungo il fiume Pipo sul quale passeremo attraversando il Ponte Bruciato (Quemado). Poi, dopo una curva faremo un’arrampicata sul maggiore terreno inclinato fino alla prima fermata: La Macarena. Una seconda fermata ci mostra i resti della segheria antica. In seguito, il treno s’allontana dal fiume e circonda dei grandi terreni con combustibile fossile formato da resti vegetali, fino a che una curva ampia ci porta nel bosco di cohiues e lengas (coperto di alberi d’alto fusto).

Da lí continueremo il nostro viaggio verso ill Parco Nazionale di Tierra del Fuego, dove osserveremo la Baia Ensenada, il lago Roca e finalmente la Baia Lapataia.
Ushuaia
Si imbarca sulla nave da Crociera Australis (Mare Australis / Via Australis) per incominciare una traversata di avventura, facendo il check in dopo mezzogiorno. Si salpa verso la terra della Fine del Mondo, navigando sulle acque dello Stretto di Magellano, del Capo Horn e del Canale di Beagle, con destinazione finale: Punta Arenas.

Lo Stretto di Magellano si trova tra la Patagonia e l’Isola di Terra del Fuoco, ed è il passaggio naturale più importante che colleghi gli oceani Pacifico e Atlantico. Il Capo Horn è il punto più australe dell’arcipelago della Terra del Fuoco e dell’America, e traccia il limite settentrionale del Passaggio di Drake che separa l’America del Continente Bianco.
Capo Horn - Baia Wulaia
La rotta continua sul Canale di Beagle e sul Canale Murray, per arrivare sul Parco Nazionale Capo Horn e, se le condizioni climatiche sono favorevoli, si può sbarcare per ammirare questo meraviglioso paesaggio naturale. Il Capo Horn emerge come una gran colina di circa 425 metri di altezza, è un posto veramente spettacolare, noto come la fine del mondo.

L’UNESCO lo ha dichiarato Riserva della Biosfera a giugno 2005. Verso pomeriggio si sbarca sulla Baia Wulaia, un vero luogo per appagare i sensi. Su questo territorio si trovava uno degli insediamenti di uno dei tanti e più grandi popoli della regione. Si può vedere e ammirare la sua bella flora e geografia.

Dopo, incomincia una camminata attraverso il bosco magellanico, dove crescono faggi australi e felci tra altre specie, fino ad arrivare su di un belvedere e così ottenere una vista eccellente della magnifica natura. La Baia Wulaia fu scoperta nel 1830 dal marinaio di origine inglese Robert Fitz Roy. Dopo arrivò il naturalista Charles Darwin che fece conoscenza degli indiani yamana che abitavano la Baia.
Ghiacciaio Gunther Plüschow
Il percorso continua sulla nave da crociera Australis e, verso pomeriggio, si arriva al ghiacciaio Gunther Plüschow, di impattante bellezza. Il ghiacciaio fu nominato in onore a un pioniere dell’aviazione magellanica, nato in Germania, che arrivò a Punta Arenas nel 1928 sulla sua nave “Feuerland”.

In quel periodo Plüschow sorvolò con il suo idrovolante la Terra del Fuoco e l’arcipelago del Capo Horn, mantenendo la residenza permanente nelle città di Punta Arenas e di Puerto Natales, e così fu in grado conoscere molto bene la regione. La giornata si conclude navigando le acque del fiordo Chico su gommoni Zodiac, per apprezzare gli imponenti ghiacciai Piloto e Nena.

Isola Magdalena - Punta Arenas

Dopo l’alba si sbarca sull’Isola Magdalena. Questo luogo incantevole è l’habitat di una gran colonia di pinguini di Magellano che si possono ammirare mentre si cammina verso il faro, che serve di guida alle diverse imbarcazioni che attraversano lo Stretto di Magellano.

L’Isola si trova circondata dallo stretto di Magellano, a 25 miglia a nord della città cilena di Punta Arenas, ed è ridotto naturale di pinguini di Magellano, cormorani e altri uccelli che coabitano in pace con i leoni marini. Visto che i pinguini migrano nel mese di aprile, lo sbarco sull’Isola Marta, si sostituisce con una visita a una colonia di leoni marini. Ritorno a Punta Arenas intorno a mezzogiorno.

 
La Quota comprende
 
LA QUOTA COMPRENDE
La sistemazione nella cabina prescelta per la durata di crociera indicata
Pensione Completa a bordo o durante la escursioni a terra
Le escursioni descritte
Gli spostamenti in lance leggere per gli avvicinamenti dove previsti, la cena di gala.
Le tasse di imbarco e sbarco
 
LA QUOTA NON COMPRENDE
I passagi aerei - I voli dall' Italia per Ushuaia
Le bevande, le mance e tutto quanto non espressamente menzionato nella voce la quota comprende