Voi siete qui: Home > Crociere > Antartide > Prima e Dopo L´Antartide
PRIMA E DOPO L’ANTARTIDE
Crociera Antartica - Patagonia turismo alla fine del mondo e il continente bianco
19 giorni - 18 notti
Ushuaia - Giro turistico della città
Faremo la prima colazione in albergo. Nel pomeriggio conosceremo la città, visitando il Carcere dei Recidivi, che ha grande fama per la sua leggenda ed antichità ed impressiona per la sua architettura e la storia tenace dell'estremo meridionale del continente americano. Visiteremo il Porto, la Passeggiata del Centenario (dalla quale avremo un panorama ideale), la Casa Beban acquistata in Svezia e costruita nel 1911.
Parco Nazionale di Terra del Fuoco - Treno della Fine del Mondo
Prima colazione in albergo. Prenderemo il Treno della Fine del Mondo, dalla stazione Centrale fino alla stazione del Parco Nazionale di Tierra del Fuego (Terra del Fuoco).

La Ferrovia Australe di Terra del Fuoco attrae l'attenzione non soltanto per la sua raffinatezza e l'inconfondibile stile, ma anche perché richiama alla memoria la storia degli origini di Ushuaia, per quanto riguarda il carcere antico ed il treno dei prigionieri.

Eseguiremo questo percorso lungo il fiume Pipo sul quale passeremo attraversando il Ponte Bruciato (Quemado). Poi, dopo una curva faremo un'arrampicata sul maggiore terreno inclinato fino alla prima fermata: La Macarena.

Una seconda fermata ci mostra i resti della segheria antica. In seguito, il treno s'allontana dal fiume e circonda dei grandi terreni con combustibile fossile formato da resti vegetali, fino a che una curva ampia ci porta nel bosco di cohiues e lengas (coperto di alberi d'alto fusto).

Da questo luogo, continueremo il nostro viaggio per il Parco Nazionale di Terra del Fuoco, dove potremo guardare attentamente la Baia Ensenada, il lago Rocca e infine la Baia Lapataia.
Partenza dalla città di Ushuaia sulla Terra del Fuoco, Argentina
Al pomeriggio, imbarco e conoscenza dello staff dell’escursione. Comincia il viaggio verso l’Antartide, navigando sul famoso Canale di Beagle, attraversando il passo Mackinlay.


Traversata del Passaggio di Drake
Il passaggio ha il nome dell’esploratore Sir Francis Drake, chi lo navigò nel 1578. Questo canale si trova sulla Convergenza Antartica, un limite naturale di separazione delle fredde acque polari che si sommergono in quelle di superficie subtropicali.

Questo fenomeno provoca la formazione di un’importante quantità di nutrienti, che servono a sostenere la biodiversità della regione antartica. Il Passaggio di Drake è anche il limite nord di molti uccelli marini antartici, come l’albatro, compagno del nostro viaggio in Antartide.

La vicinanza delle Isole Shetland Meridionali si può avvertire dalla presenza di lastre di ghiaccio e di montagne innevate. Si tratta di un arcipelago di 20 isole e isolotti, scoperto agli inizi del XIX s. dal Capitano William Smith a bordo del suo brigantino Williams. Il terzo giorno si può sbarcare per osservare da vicino pinguini e foche, se le condizioni climatiche sul Passaggio di Drake sono favorevoli.



Scoprendo le Isole Shetland Meridionali e la Penisola Antartica
Visita alle Isole Shetland Meridionali, che si trovano strapiene di vita silvestre, come colonie di pinguini e spiagge gremite di lupi di mare antartici ed elefanti marini del sud. Navigazione sullo stretto passaggio che porta fino alla caldera allagata dell’Isola Deception per sommergersi nelle tiepide acque di Caleta Péndulo, uno spettacolo incredibile.

L’Isola di Re Giorgio è la più grande dell’arcipelago delle Isole Shetland Meridionali. Su questo territorio esistono basi scientifiche di diversi paesi e si trovano colonie di pinguini di Adelia e antartici, gabbiani dominicani, cormorani imperiali, sternidi e petrelli giganti del sud. Invece sull’Isola Livingston si trovano pinguini antartici, pinguini dal ciuffo dorato, pinguini papúa ed elefanti marini.

Un viaggio alla scoperta della Penisola Antartica, esplorando il suo enigmatico paesaggio, formato da un deserto pristino di neve, ghiaccio, montagne e corsi d’acqua, insieme ad un’abbondante vita silvestre. No solo si possono avvistare pinguini e uccelli marini, ma si possono anche osservare foche mangia granchi, foche di Weddell, megattere e orche.

Navigazione su alcuno dei più bei canali, angusti passaggi nascosti tra rocce e ghiaccia spettacolari, quali lo Stretto di Gerlache, il Canale Neumayer e il Canale Lemaire, se le condizioni del ghiaccio sono favorevoli.

Tra le escursioni a realizzarsi si può conoscere Baia Paradiso, che fa onore al nome. Dopo oltrepassare le acque ricoperte d’iceberg dello Stretto dell’Antartic, si raggiungono le colonie di pinguini di Adelia, le più grandi dell’Antartide, con più di 100.000 cuccioli e le colonie di cormorani imperiali sull’Isola Paulet.

Nel 1903 la spedizione di Nordenskjöld costruì sull’Isola Paulet un rifugio di pietra, i ruderi attualmente sono invasi dai nidi dei pinguini. Si possono visitare le Isole Melchior, l’Isola Cuverville, Punta Portal, Neko Harbour, l’Isola Pléneau, e se le condizioni del ghiaccio sono favorevoli si può arrivare sull’Isola Petermann per visitare la colonia più australe del pinguino papúa.

Traversata del Passaggio di Drake
Negli ultimi giorni del viaggio in Antartide, si lascia indietro la Penisola Antartica partendo in direzione nord, con l’obiettivo di attraversare il Passaggio di Drake, per ritornare alla città d’Ushuaia sulla Terra del Fuoco. Si tengono le ultime conferenze e sulla coperta si possono avvistare uccelli marini e balene.

Arrivo sul porto di Ushuaia
Arrivo ad Ushuaia ben presto di mattino, e dopo colazione si sbarca. Fine della fantastica crociera sull’Antartide.
Lago Fagnano & Escondido
Prima colazione in albergo. Il paesaggio muta man mano, dall´arida steppa patagonica alla profusione di boschi di "lengas" e "nires", divenendo cosi' un´area di transizione. Osserveremo i laghi Chepelmut e Yehuin. Il lago Chepelmut rappresenta al meglio questa zona, circondato da boschi e steppe. Il lago Yehuin è un santuario privilegiato dalla natura vergine che lo circonda.

Piú avanti vedremo il giovane villaggio di Tolhuin, che si erge in mezzo al bosco, quasi sulla sponda del lago Fagnano, con l´incanto caratteristico dei villaggi, con case basse fatte di legno e strade che si perdono in un susseguirsi di colline. A questo punto la strada inizia a scendere, rivelando il lago Fagnano in tutto il suo splendore.

Gradualmente iniziamo a salire per le Ande. I boschi si infittiscono verso nelle montagne che formano la catena "fueguina" della Cordigliera delle Ande. Troviamo il lago nascosto, che fa onore al suo nome.
Ushuaia - Porto Natales
Prima colazione in albergo. Partenza per Porto Natales.
Porto Natales - Parco Nazionale Torri del Paine
Prima colazione in albergo. Si parte la mattina presto dall'albergo, cominciando con una visita della Grotta di Milodontidi, caratteristica geografica naturale che si apre sul fianco ovest del Colle Benitez e nel suo interiore vi si trova una replica del Milodontidi, un mammifero scomparso 5.000 anni fa. In seguito, visiterete il Parco Nazionale Torri del Paine, un capolavoro della natura.
Puerto Natales - El Calafate
Prima colazione in albergo. Partenza da Puerto Natales a Calafate.

Ghiacciaio Perito Moreno e Navigazione sul Canale di Témpanos
Prima colazione in albergo. Escursione di una giornata nel Ghiacciaio Perito Moreno, una delle meraviglie naturali più impressionanti del mondo, dichiarato Patrimonio dell'Umanità. Ciò che definische le sue connotazioni è la rottura delle sue versanti verticali nella parte anteriore dovuta alla pressione dell'acqua che scorre sui canali di fianco.

Percorreremo i suoi belvederi, dal luogo in posizione elevata che appartiene alla Penisola di Magellano. Poi ci imbarcheremo sul molo galleggiante che appartiene al lato meridionale del Lago Argentino, per poter navigare sul Canale di Témpanos (Blocchi di ghiacciò galleggianti) fino ad arrivare di fronte al Ghiacciaio Perito Moreno ed esaminare con cura le sue frane tipiche.

Navigazione sul Lago Argentino
Prima colazione in albergo. Andremo a Punta Bandiera per cominciare la nostra navigazione sul Lago Argentino. Entreremo nel fianco nord del lago, ed osserveremo come galleggiano i blocchi di ghiaccio secondo le correnti di deriva, ed arriveremo fino al Ghiacciaio Upsala. In seguito, ritorneremo lungo il fianco Upsala, verso la Baia Onelli dove sbarcheremo.

Quando attraverseremo un sentiero pieno di boschi, avremo di fronte a noi, uno dei luoghi panoramici più belli di questo percorso: Il punto in cui i Ghiacciai Onelli, Agassiz e Bolado s'incontrano e si uniscono. Poi ritorneremo sul battello per percorrere il fianco del Ghiacciaio Spegazzini. Al ritorno, lungo il fianco nord potremo contemplare la Bocca del Diavolo.

El Calafate - Buenos Aires
Prima colazione in albergo. Trasferimento all'Aeroporto di Calafate. Accoglienza e trasferimento all'Aeroporto Jorge Newbery della Città di Buenos Aires all'albergo.

Programma di Viaggio